martedì 24 gennaio 2012

NON VORRAI METTERLO DAVVERO?? vol.1



Ed eccoci finalmente al primo appuntamento con questa rubrica!

Innanzi tutto vorrei ringraziarvi per aver partecipato già in tante al contest e avermi mandato tante immagini!
Questa settimana ho scelto un disegno di Marta!
(QUI trovate il suo blog!)


Ed è proprio dal suo sketch che ho tratto l'ispirazione per il primo argomento di cui parlare:
LA PELLICCIA!

Si sa, d'inverno è un must, ma ahimè il rischio di incappare in yeti e uomini donne delle nevi di vario tipo mentre si è per strada è davvero alto.
Onde evitare simili sciagure ho pensato di elencarvi le mie regole fondamentali in fatto di pelliccia.
Poi mi farete sapere se concordate o meno ;)
(NOTA: Per le foto ho per lo più spulciato qua è là tra i vari blog, d'altronde il loro ruolo dovrebbe essere quello di ispirarci quotidianamente in fatto di stile no? Quindi vediamo come se la cavano! Non me ne voglia Chiara se l'ho messa così tante volte tra i "no", ma lei con le pellicce non ci sa proprio fare!)


Cominciamo dalla questione che mi sta più a cuore: pelo vero, pelo finto.
Naturalmente la risposta è scontata.
Di solito non amo nulla di tutto ciò che comincia per "fake", ma quando si tratta di pelliccia è tutta un'altra storia.
L'unica eccezione che vi posso concedere è per i piccoli accessori o per i capi vintage e regali della nonna vari. Lì non si può obbiettare.


E poi, in ordine del tutto casuale:
1 - l'aspetto: il pelo finto è bello quando è realistico. Deve sembrare vero, altrimenti si rischia l'effetto pacchianata. Ce ne sono alcuni talmente ben fatti da trarre veramente in inganno, se riuscite a trovarli vi meritate un 1o. Altri invece sono belli da vedere ma poi al tatto sanno un pò di plastica…va bè ma a noi che importa? L'importante è l'aspetto!

2 - il colore:  colori "naturali" vincono sempre, si sa, ma se proprio volete cimentarvi con la tendenza lanciata da miss Miuccia e miss Frida che questo inverno ha mandato in visibilio l'intero fashion system, mi raccomando, contate fino a dieci prima.
I colori più belli secondo me sono il viola, il prugna, verde smeraldo e l'arancio (meravigliosa la stola proposta da Zara!), ma che siano o un punto luce in un look dai colori neutri (nero-grigio-marrone-beige-blu) oppure in tinta con il resto del look. Per non rischiare l'effetto pagliaccio eviterei il color-block. E vi prego, fuggite quei giallini-ocra-sbiaditi che a me sinceramente ricordano tanto delle tinte per capelli uscite male.

SI
Kayture                                                     Gucci fw2011


NO
The Blond Salad                                                 Gucci fw2011



3 - quale e quanto: le pellicce full length le salvo solo se piuttosto slim (ovvero non troppo voluminose), per i gilet (i miei preferiti) occhio alla lunghezza e al volume giusti! (se l'altezza non è il vostro pregio migliore - come per la sottoscritta - scegliete modelli alla vita e con pelo medio-piatto), vada anche per mantelline e ponchi ma vale sempre la regola di cui sopra.

SI
The Blonde Salad                                                 Kayture

Intrigue Me Now


NO
Prada fw2011                                                   Gucci fw2011


The Fashion Fruit                                           The Blonde Salad


The Blonde Salad



4 - l'animalier: forse un incubo ancora peggiore di un gilet oversize effetto yeti. Che vi devo dire, a me fanno subito trash. Assolutamente bocciate.
The Blonde Salad                                                       Peony Lim




4 - i dettagli: secondo me sono ancora meglio di capi interamente fur. Il collo, i polsini, le maniche o comunque capispalla in cui siano mixati materiali diversi. Li trovo davvero molto eleganti. E per chi ha l'animo più rock le mie preferite sono le giacche in pelle con inserti in pelliccia, il top.

SI
The Fashion Fruit                                            Intrigue Me Now


Fashion Toast                                                Prada fw2011


Kayture

The Blonde Salad

Irene's Closet


NO
The Blonde Slad



5 - i due no: il pelo lungo e lo shearling (o il cosiddetto "wool fur", ovvero il finto pelo di lana). Rendono yeti e goffo chiunque e danno tre taglie in più anche alle modelle, perciò NO. E non aggiungo altro.
The Sartorialist                                                Prada fw2011

The Blonde Salad

The Fashion Fruit



6 - gli accessori: se c'è una cosa che adoro sono le borse di pelo. Unico accessorio che definisce e contraddistingue il look. Oppure un bel cappelo, di quelli proprio oversize, qui si che ci si può sbizzarrire! L'unica cosa, trovate un modello che vi stia bene e che vi doni. E mi raccomando, limitatevi ad UN solo accessorio!
Parentesi a parte per le scarpe: gli stivali da yeti sono inaccettabili, quelli metà e metà vanno bene per la neve, mentre décolleté, sandali o tronchetti con inserti in pelo (come quelle le meraviglie firmate Louboutin) possono essere una scelta audace ma non del tutto sbagliata. Ovviamente vale sempre la regola di cui sopra!


Christian Louboutin



(dall'alto: Dior, Asos, Dolce&Gabbana)


Chicmuse

The Blonde Salad

Peony Lim



E mi raccomando continuate a partecipare al contest per l'illustrazione di questa rubrica! ;)


1 commento:

  1. Mi piace così tanto il tuo blog:)!..
    Passa da me se ti va...C'è un giveaway:D!!

    www.camillassecrets.com

    RispondiElimina